TeatroMusica Meliké
Pasolini

Pasolini

una vita morale

Poeta civile, osservatore attento e partecipe dei fenomeni sociali e politici del suo tempo, Pasolini ha colto i segnali di una profonda trasformazione storica che cambiava radicalmente il volto della nostra società. Dalla sua scomoda posizione di “corsaro” ha attaccato con analisi lucide e spietate il Palazzo e la società del “benessere illusorio”, ha denunciato con ogni mezzo “tutti gli squilibri dovuti a uno sviluppo stupido e atroce”. Dal suo disperante isolamento ha continuato a porre domande scomode e ad urlare le sue verità. Quelle verità che allora venivano liquidate come paradossali o provocatorie e che invece oggi, alla luce dei fatti, appaiono in tutta la loro forza profetica. Ma, al di là della sconcertante attualità, questo recital vuole essere un incontro-confronto con le idee di Pasolini. E, come egli stesso auspicava, qui l’attore è soltanto “veicolo vivente del testo”, la voce di un poeta che aveva un vizio tenace: un disperato amore per la vita.
Un video (intervista a Sergio Citti) sulla tragica morte di Pasolini precede la lettura scenica di Poesie, Scritti corsari e Lettere luterane che si alternano alla proiezione di immagini e musiche.

Le immagini scorrono sulle musiche del compositore Giuseppe Soccio.

 

Durata: 85 minuti (video 25', lettura scenica 60').

Spettatori: massimo 80.

 

Links utili:

www.pasolini.net

http://www.cinetecadibologna.it/pasolini

In questa striscia della RAI   http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-c049c07c-da20-4f82-8b8b-e3a1c1b1b6cd.html#p=0 si trovano interessanti interviste a Pasolini

Lascia un commento