Ascoltarsi per farsi ascoltare

Laboratorio sull’uso della voce

condotto da

Carlo Mega


La voce è il riflesso della personalità, il prolungamento del corpo, è lo strumento che consente di dare vita al mondo dei sentimenti, dei pensieri e delle emozioni.
Chi usa la voce come strumento creativo sa bene che il senso √® portato tanto dalle parole quanto dal ritmo, dalla musicalit√†, dal colore della voce. Dire, raccontare √® “comporre”, cio√® accordare una modulazione musicale a quanto si intende trasmettere.
Questo seminario √® rivolto a chi usa la voce nella comunicazione artistica (attori, cantanti…), nel lavoro (insegnanti..) e a tutti coloro che desiderano esplorare la propria vocalit√† e trovare un rapporto autentico e gratificante con la propria voce; mira ad approfondire la ricerca intorno ai fenomeni fisiologici che si collegano all’atto fonatorio per guidarlo e per evitare il decadimento e la rovina della voce, utilizzare la vocecome una fonte di ricarica energetica, arrivare a parlare e cantare in modo armonico e senza sforzo.
Nel gesto vocale la postura, la respirazione e l’apparato fonatorio (laringe, lingua, labbra ecc.) sono intimamente legati, determinano la qualit√† della voce e pertanto il lavoro mira alla messa in forma del corpo-strumento con esercizi e giochi teatrali, individuali e di gruppo, che hanno lo scopo di associare l’autoascolto a quello dell’ambiente circostante e armonizzare la relazione tra intenzioni e intonazioni. Si lavorer√† non sulla dizione ma sulla contraddizione e sul decondizionamento per liberarsi dagli stereotipi e riappropriarsi di una espressivit√† autentica, ritrovare la voce naturale ed attraversarne tutte le sfumature che si rivelano man mano che l’ascolto si fa pi√Ļ sottile.

Ascolto e azione

  • rilassamento
  • riflesso fonatorio
  • relazione bacino-testa-fonazione
  • ampliamento della capacit√† respiratoria
  • fisiologia ed emissione della voce
  • voce come prolungamento del corpo
  • armonizzazione corpo-suono-ritmo
  • ricerca dei risuonatori naturali
  • relazione parola-gesto
  • relazione intenzione-intonazione
  • improvvisazioni su testi o rielaborazioni personali in situazioni date

I partecipanti dovranno portare un testo a memoria a loro scelta (poesia o prosa).

Abbigliamento comodo (tuta & affini) e una pallina da tennis.

ORGANIZZAZIONE

Il seminario si tiene presso gli enti organizzatori.

Durata e modalità di attuazione da concordare.



Lascia un commento

Devi eseguire il login per inserire un commento.